Ommioddio, domani sera devo andare a farle il letto!!

Deliri da “tra due giorni la mia amica si sposa!”

Beh ma si dai che lo sapevate: secondo la tradizione il letto degli sposi va preparato la sera prima del matrimonio da una coppia di ragazze nubili come segno di purezza – o se proprio quelle sciagurate delle tue amiche sono tutte già belle che sposate, è ammessa una piccola deviazione che prevede una ragazza nubile ed una sposata, ad indicare rispettivamente presente e futuro.

Riti, tradizioni, superstizioni, chiamateli come volete, a me piacciono da morire – ma dal momento che non sono superstiziosa, ho deciso di chiamarle “tradizioni” o “must” o, in fase di sclero, “DATEMI QUALCOSA DI BLU!!!”.

Siete pronte per i preparativi?! Vediamo un po’ la lista di cose da fare:

n0. Sposette, procuratevi un ombrelloc’an se sà mai!
n1. Qualcosa di vecchio, serve a non dimenticare le vostre origini.
n2. Qualcosa di nuovo, perché state per iniziare un nuovo capitolo della vostra vita; lascerete quella che fino ad ora è stata la vostra casa per creare una nuova famiglia e diventare moglie e, un giorno, anche mamma.
n3. Qualcosa di prestato, da una persona a voi vicina che sia – a ma racmand – già FELICEMENTE sposata; così da augurarvi un matrimonio felice come il suo.
n4. Qualcosa di regalato.
n5. Qualcosa di blu, come segno di fedeltà e lealtà.

Vocina: “E mo’ ora “qualcosa di blu” io dove me lo ficco che il tema del mio matrimonio è tutto incentrato sul verde acquamarina dell’Adriatico?!”.

Beh, innanzitutto, se questo è veramente il tema del vostro matrimonio – così, a titolo informativo, eh?! – vorrei farvi presente che i colori dell’Adriatico non è che siano proprio limpidissimi, ma va bene!

Seconda cosa, io mi sono commossa alla vista di questa foto:

The White Plan|Capitolo 20 - Qualcosa di blu

Carlotta non saremo un po’ troppo emotive oggi?! – A parte che si, in questi giorni sono particolarmente sensibile, lo ammetto. Ma vedete, quello che potrebbe sembrare un insignificante pezzo di stoffa, in realtà potrebbe essere una vecchia camicia di vostro padre, intagliata a forma di cuore e cucita all’interno del vostro abito da sposa – dai, provate a non commuovervi, ora!!

The White Plan|Capitolo 20 - Qualcosa di blu

In alternativa, per non ricadere sulla classica giarrettiera – chiedo scusa allo sposo che sicuramente l’avrebbe apprezzata – si potrebbe pensare di cucire la data del matrimonio (sempre all’interno dell’abito) o, perché no, di procurarsi una spilla da balia con dei ciondoli, in modo da unire anche le altre “qualcose”.

The White Plan|Capitolo 20 - Qualcosa di blu

Il bouquet con nastro blu direi di valutarlo solo se lo stile/il colore del matrimonio lo permette – non so, se vi sposate a Carnevale per esempio (sto scherzando ovviamente).

The White Plan|Capitolo 20 - Qualcosa di blu

In quanto follemente amante della lingua inglese, vi propongo anche questa, per me simpaticissima, filastrocca che proviene dalla lontana Inghilterra del 1898:

Something old
Something new
Something borrowed
Something blue
and a silver sixpence in her shoe.

L’ho già detto che amo le tradizioni, vero?!

Bene, ora scusate ma torno agli ultimi preparativi per Cleo – non ho ancora finito il Tableau de Mariage, ma niente panico, l’importate è che lei non lo sappia!!

The White Plan|Capitolo 20 - Qualcosa di blu

Un ultimo consiglio per lo sposo: caro Adam prepara i muscoli, la Città Eterna ha impartito che la sposa non debba toccare l’uscio di casa per evitare che inciampi all’ingresso della sua nuova dimora! E se lo dice Roma…

See you next week, after the wedding day!

Good Luck guys!!

The White Plan|Capitolo 20 - Qualcosa di blu

Post Scriptum: ovviamente Cleo sa che sono agli ultimi ritocchi, figuriamoci se non tenessi aggiornata la sposa!!

Credits: Pinterest